In Svizzera conti e quadro 'ndrangheta

I carabinieri del Comando provinciale di La Spezia hanno individuato in Svizzera conti correnti e beni riconducibili a Santo Abossida, morto alcuni anni fa e ritenuto vicino alla cosca Farao-Marincola di Cirò Marina (Crotone). Sono stati scoperti a seguito di una indagine, scattata nell'agosto scorso, che portò al sequestro di beni ritenuti riconducibilie a un'associazione dedita al traffico di stupefacenti di matrice calabrese. La documentazione sequestrata ha permesso di individuare beni trasferiti all'estero attraverso la società 'Sc Athena Classica', riconducibile a Bombina Abossida e Alicja Olszewska, sorella e moglie di Santo. La società aveva nella disponibilità un quadro raffigurante "Bacco" attribuito alla scuola del Caravaggio e custodito nel caveau di un Punto Franco nei pressi di Lugano. Le ulteriori indagini condotte in territorio svizzero hanno consentito di individuare vari conti correnti e una cassetta di sicurezza con orologi e gioielli per un valore di 700 mila euro.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Citta della Spezia
  2. Citta della Spezia
  3. Citta della Spezia
  4. Citta della Spezia
  5. Citta della Spezia

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rocchetta di Vara

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...